Apostolato della preghiera

logo-adpL’AdP è nato a Vals presso Le Puy, in Francia, il 3 dicembre 1844 per iniziativa del padre gesuita Francesco Saverio Gautrelet. L’attività ha avuto inizio come proposta di una spiritualità apostolica per un gruppo di scolastici (seminaristi) della Compagnia di Gesù, e si è diffusa subito a macchia d’olio nei vari strati della Chiesa. In Italia fu introdotto ben presto dai Barnabiti. In particolare a Napoli ebbe una grande diffusione ad opera della Beata Caterina Volpicelli. Oggi l’Apostolato della Preghiera è presente in tutto il mondo ed ha almeno 45 milioni di iscritti; si calcola che un centinaio di milioni di persone pratichino l’ Offerta quotidiana della giornata. L’ Apostolato della Preghiera
(AdP) è un servizio alla Chiesa Cattolica diffuso in tutto il mondo, compatibile con tutti i tipi di associazioni e movimenti, che propone la spiritualità del Cuore di Gesù per aiutare tutti i membri della Chiesa a vivere pienamente il Battesimo e l’Eucaristia nello spirito del sacerdozio comune dei fedeli. L’AdP è un movimento di spiritualità con 150 anni di storia tuttora molto
attivo.

APOSTOLATO DELLA PREGHIERA

“SAN LORENZO DA BRINDISI”

LA STORIA

Il Centro Locale dell’Apostolato della Preghiera “San Lorenzo da Brindisi” nasce nella nostra parrocchia nel 2006 sotto la guida del Direttore locale e parroco Don Giovanni Apollinare. Inizia così a diffondersi nella nostra comunità parrocchiale la spiritualità del Sacro Cuore, fondata sulla consapevolezza che amare è riparare. La riparazione è la manifestazione dell’amore, come ci insegna Colui che con la Croce ha riparato per primo ai peccati dell’uomo, offrendo al Padre il proprio Cuore trafitto. In tal modo Gesù ci incoraggia a donarci attraverso l’offerta di noi stessi e delle nostre giornate così come, in una famiglia, un figlio che ama è disposto a spendersi totalmente per rimediare alle mancanze d’amore personali e dei propri fratelli, al fine di consolare il cuore dei genitori. La Provvidenza ha voluto rendere visibile nella nostra comunità la vocazione alla riparazione, insita in questa spiritualità, attraverso un quadro del Cuore di Gesù che, destinato ad essere gettato via, venne invece donato a Don Giovanni Apollinare nel giorno di Santa Margherita Maria Alacoque nel 2008. La tela, restaurata, o meglio “riparata”, dalla famiglia di un’associata AdP, è stata esposta nella nostra chiesa nell’ottobre 2012, in occasione dell’apertura dell’Anno della Fede, da Don Piero Calamo, parroco succeduto a don Giovanni Apollinare. Tuttora il dipinto è presente in chiesa e ci richiama all’amore di Cristo, che, rigettato dal mondo, continua a mendicare il nostro cuore.

LE ATTIVITÀ

L’Apostolato della Preghiera della nostra parrocchia oltre la formazione e la pratica dei primi Venerdì del mese, seguita dall’Adorazione Eucaristica, organizza, nel mese di giugno, notoriamente dedicato al Sacro Cuore, le messe nelle piazze del nostro quartiere, in onore del Cuore di Gesù.

Inoltre il desiderio di diffondere il “bisogno” di Gesù di essere amato, ha spinto l’AdP “San Lorenzo Da Brindisi” per sei anni, dal 2010 al 2015, a giugno, a pubblicare un foglietto, al fine di far riscoprire i tratti distintivi di questa spiritualità, non solo all’interno della comunità parrocchiale, ma soprattutto fuori, nel mondo. Attinenti ai volantini, sono stati confezionati dei lavoretti-segni che sono stati donati alla comunità, ogni anno, nel giorno della festa del Sacratissimo Cuore di Gesù.

IL GRUPPO ADP  “SAN LORENZO DA BRINDISI” E IL SERVO DI DIO MATTEO FARINA

Nel corso del tempo per rinnovare la devozione al Sacro Cuore, si è sentita la necessità di proporre nei foglietti figure di giovani contemporanei, testimoni della Fede, che con il loro stile di vita hanno abbracciato questa spiritualità. Nasce così, nel giugno del 2013, il foglietto “Cuore di Gesù, gioia di tutti i Santi” dedicato alla figura di Matteo Farina, giovane brindisino morto in odore di santità a soli diciannove anni, per un tumore cerebrale. Matteo desta subito commozione e spunti di riflessione in parrocchia, dove per tutto il mese di giugno dello stesso anno, vengono lette le sue preghiere – poesie, insieme alla quotidiana recita della Coroncina al Sacro Cuore. L’interesse suscitato da Matteo è tale da indurre il nostro gruppo AdP a proporre e a realizzare nella nostra comunità, l’8 novembre 2013, a conclusione dell’Anno della Fede, un momento di preghiera e di meditazione con gli scritti di Matteo e con la testimonianza dei suoi genitori, di un cugino, di un suo amico e di una sua conoscente che ha portato la figura di Matteo nel carcere di Brindisi. Nei mesi successivi a quest’ evento dall’emblematico titolo “frutti della Fede, frutti di santità”, un noto luminare della medicina, all’epoca nostro parrocchiano, che aveva conosciuto Matteo in vita e che aveva ricevuto, per sua intercessione, una grazia di guarigione a favore di una sua paziente, chiede alla Presidente locale AdP “San Lorenzo da Brindisi” di essere accompagnato dinanzi all’ Arcivescovo per raccontare la sua esperienza con Matteo, volendo realizzare così un desiderio da tempo custodito nel cuore e divenuto sempre più impellente. Cosi accade. Conseguentemente a ciò L’Arcivescovo della Diocesi Brindisi-Ostuni S.E. Monsignor Domenico Caliandro decide di avviare la raccolta delle testimonianze in grado di attestare la fama di santità di Matteo. Nel giro di pochi mesi le testimonianze sono giunte così copiose da portare all’apertura, in questi giorni, della fase diocesana del Processo di Canonizzazione del giovane Servo di Dio.

Pertanto il gruppo AdP  “San Lorenzo da Brindisi”, consapevole del legame così profondo ed unico tra la nostra comunità parrocchiale ed il Servo di Dio Matteo Farina, e grato per una così grande benedizione, continuerà ad amare e riparare, sostenuto dalla preghiera e dall’ intercessione del suo speciale giovane amico Matteo.

IL CONSIGLIO LOCALE ADP

IMG_4399

Dal 18 settembre 2018

RESIDENTE:      ALESSANDRA GELAO

SEGRETARIO:      MARISA CAVALIERE

TESORIERE:         ANTONIO SPINELLI

CONSIGLIERI:     ILENIA LAZZARI – MARIA ANTONIETTA DONADEO

Condividi su:   Facebook Twitter Google